Tag Archives: bambini

Scarpe piene di cioccolatini? Ovvio: domani a Berlino si festeggia Nikolaus!

5 Dic

Lucidate per bene le scarpe, se vivete in Germania, e sistematele fuori dalla porta: stanotte passa Nikolaus e, se siete stati bravi, vi lascerà qualche dolce o pacchetto nelle calzature. Non aspettatevi troppo, però: come la nostra Befana, Nikolaus è un po’ un parente povero di Babbo Natale. Non gli hanno riconosciuto nemmeno una giornata di festa, e i regali sono pochi e più che altro simbolici.

Ma lo stesso i bambini aspettano con impazienza il sei dicembre. In realtà non sanno nemmeno bene chi sia questo misterioso personaggio, che è uguale a Babbo Natale, almeno per come è rappresentato, eppure è un’altra persona. Di fatto era un vescovo di una città turca, con la encomiabile abitudine di dividere i propri beni con i poveri: li portava però nottetempo, di nascosto, per non essere riconosciuto.

La Befana invece in Germania non passa (a parte una deviazione per i bambini multikulti, come il mio, che ricevono regali sia il sei dicembre che il sei gennaio). E ovviamente, proprio come la Befana, Nikolaus privilegia i piccoli. Ma non sempre: a me, qualche anno fa, è successa una cosa veramente inaspettata. Avevo l’abitudine, molto tedesca, di lasciare gli stivali inzaccherati sullo zerbino fuori dalla porta, e una mattina del sei dicembre me li sono misteriosamente ritrovati pieni di cioccolatini…Dei vicini molto simpatici o ero stata particolarmente buona e Nikolaus ha deciso di premiarmi?

A Berlino coi bambini: in tenda con gli indiani nello storico Nikolaiviertel

18 Nov

Brr. Cielo grigio e temperature vicino allo zero. Cosa fare allora, se i bambini non hanno voglia di cooperare e non fanno che lagnarsi: mi annoio, non ho voglia di camminare, non ho voglia di visitare un altro museo? Portarli in un accampamento di indiani, naturalmente. E siccome il Gran Canyon è lontano, la cosa migliore, se ci si vuole godere anche un po’ della Berlino storica, è andare al Nikolaiviertel, quartiere storico vicino ad Alexanderplatz, dove sabato e domenica saranno allestite delle tende indiani dove si potranno costruire oggetti tipici, giocare, ballare e ascoltare favole. Nonché godersi qualche spettacolo di magia.

A NiKolaiplatz, sabato dalle 12 alle 22, domenica dalle 12 alle 18, ingresso nella tenda: 3/1 euro

 

Tanti bambini e niente auto per la giornata nazionale del gioco a Berlino…

14 Mag

„Ma perché esistono la festa del papà e della mamma e non quella del figlio?”, chiede il mio pargoletto di sette anni. Ed eccolo subito accontentato (più o meno): un manifestino colorato su un portone vicino a casa annuncia il Weltspieltag, parola molto complicata per dire una cosa molto semplice: la giornata mondiale del gioco. Potrei preoccuparmi. Devo andare a comprare ancora dei Playmobil e Lego per saturare ulteriormente una cameretta già piena di tutto il possibile? Per fortuna sembra proprio di no. In occasione della festa del gioco una piccola strada che corre incontro alla chiesa dei Gethsemane verrà chiusa al traffico e sarà proibito parcheggiarci automobili. Lo spazio liberato dalle auto (che è tantissimo: solo in queste occasioni ci si rende conto di quanto le macchine ingombrino e siano brutte) sarà monopolizzato dai bambini con pony da cavalcare, giochi, bici e monocicli, burattini, gessetti per colorare per terra, banchetti di dolci e succhi e poi tutto quello che verrà in mente ai bambini e ai genitori (eh sì, dobbiamo lavorare anche noi) per passare il tempo. E speriamo che per quel giorno – venerdì 28 maggio, dalle 10 alle 20, nella Gethsemanestrasse – la primavera si decida ad arrivare. Sennò, ci divertiremo lo stesso, alla faccia sua. Un altro luogo per godersi la festa è Alexanderplatz, sempre con gli stessi orari. Se in quei giorni siete a Berlino con i figli, vale la pena di passarci.

http://www.weltspieltag-berlin.de/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: