Tag Archives: Italiani a Berlino

E a Berlino arrivò l’aperitivo italiano….

6 Nov

Un’amica tedesca mi ha fatto notare come noi italiani, all’estero, passiamo il nostro tempo a incontrare altri italiani. Insomma, scappiamo dall’Italia ma poi non possiamo fare a meno di frequentare in continuazione i nostri connazionali e ricreare il più possibile le nostre abitudini. Siamo come le lumache, solo che al posto del guscio ci portiamo dietro barattoli di caffè e taniche olio dop – e se possiamo anche amici, parenti e abitudini di vario genere..
Sarà un bene, sarà un male? Io so solo che sono molto contenta che finalmente a Berlino sia arrivata un’abitudine italianissima di cui avevo particolarmente nostalgia: l’aperitivo. Non il semplice cicchetto con due patatine (e che shock, la mia prima volta a Berlino, quando le noccioline cui avevo chiesto di accompagnare il bicchiere di vino me le avevano fatte pagare cinque marchi, per poi però consigliarmi di portare via quelle avanzate avvolte in un tovagliolo…). No, ora si tratta di un aperitivo di tutto rispetto, con buffet, pasta, formaggi, frittatine, crocchette e affettati, proprio come da tradizione milanese.
A offrirlo sono diversi bar, ma l’unico che ho provato (affezionandomi subito, e quindi sono rimasta lì) è il caffè Monelli. Perché proprio lì? Perché il vino è veramente buono (e non è scontato, a Berlino, trovare un bar con un vino di qualità); gli stuzzichini ottimi; il personale al banco simpatico. E poi perché il bello dell’aperitivo tradizionale è anche tirar tardi facendo quattro chiacchiere con i proprietari e gli altri clienti abituali.
Lo ammetto: sarà pigrizia, sarà che parlare e scherzare nella propria lingua è sempre un momento di relax, sarà che i sapori di casa sono sempre i più buoni: ad ogni modo sono ben contenta che vicino a casa mia si sia stabilita una piccola enclave italiana, tra il caffè napoletano, la pizza romana, e l’aperitivo milanese. E che il mio venerdì berlinese abbia una bella abitudine in più.
L’happy hour al bar Monelli è solo il venerdì sera, a partire dalle 19. Attenzione: si mesce anche dopo, ma gli stuzzichini ci sono solo fino alle 22.

Caffè Monelli
Greifenhagener Straße 53, 10437 Berlin
http://www.caffemonelli.de

I nuovi italiani a Berlino: chi siamo, cosa vogliamo? Ne parla il documentario “Ciao Italia”

3 Set

Siamo sempre di più, dicono le statistiche. Sempre più stranieri a Berlino, sopratutto sempre più italiani.  Siamo noi, allora, i nuovi poveri, tocca a noi, dopo le ondate di turchi, russi, serbi e polacchi? E perché  proprio qui, in una città piena di debiti? Siamo qui per cercare lavoro, per cercare di vivere senza lavorare (anche questo è possibile, impegnandosi),  per essere creativi, per ricominciare una nuova vita, perché non ne potevamo più dell’Italia e dei suoi problemi, o semplicemente per essere nella città più cool del momento?

Probabilmente di tutto un po’. Un dato di fatto è che – rispetto a quando sono arrivata qui, dodici anni fa ormai – è normale sentire parlare italiano per strada. E la gente non mi guarda più con curiosità o sospetto, quando mi rivolgo a mio figlio nella nostra lingua. Un altro dato di fatto è che la nuova immigrazione è atipica. Niente a che vedere con gli italiani con la valigia di cartone: la maggior parte ha una laurea – e magari si adatta a fare il cameriere, pur di stare qui.  Perché?

Una buona occasione per cercare di capire qualcosa in più è andare a vedere un documentario su questo tema, che verrà proiettato a Berlino domenica prossima. I due registi (italiani) sono andati a cercare sei storie di nuovi arrivati a Berlino e hanno chiacchierato con loro. In tono sommesso, tranquillo: senza voler dimostrare alcuna tesi, semplicemente ascoltando. Lasciando emergere la gamma di sentimenti che chi parte si porta, bene o male, sempre dietro: voglia di ricominciare e amarezza, curiosità e rimpianti, stanchezza ed entusiamo… Alle volte rabbia. Sullo sfondo di una Berlino in costruzione, di facciate che scorrono dai finestrini della metro, di strade che si intrecciano a binari e biciclette. E guidati da un tedesco amante dell’Italia (ovviamente anche lui in bicicletta), che ci rispecchia con simpatia: come gli italiani vivono i tedeschi, ma anche come i tedeschi, al di là dei pregiudizi, ci considerano.

Il documentario, di Barbara Bernardi e Fausto Caviglia, si intitola „Ciao Italia“ e verrà proiettato al cinema Babylon omenica 09.09 alle ore 16 e alle ore 18 Repliche il 10. l’11 e il 12 alle ore 18.

http://www.monsieurcheville.com/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: