Tag Archives: richard david precht

Come scrivere un best seller: Precht, la filosofia e le classifiche tedesche.

17 Mar

Ha l’ardito titolo “Chi sono io – e se sì, quanti?” e l’ardito proposito di smerciare al grande pubblico uno dei temi più difficili della filosofia: il problema dell’identità. Chi sono io, e quanti siamo qua dentro? Quante persone ci sono, parlano, vogliono e pensano in me? E cosa ci rende “soggetti” pensanti e volenti, diversi da un tavolo o da un gatto (o almeno si spera)?

La domanda, pur nella brillante trattazione di Richard David Precht, rimane senza riposta, ma si può per lo meno quantificare quanti tedeschi hanno comprato il suo libro: tanti, tantissimi. È il caso dell’anno, contro ogni previsione. Forse perché il popolo tedesco ama riflettere, forse perché non sanno piú bene chi sono, o forse perché l’autore scrive in modo scorrevole ed è pure giovane e grazioso: insomma il genere pop star intellettuale che i francesi sanno produrre in quantità ma che ai tedeschi ancora mancava.

Ma è soprattutto il genere, un mix di filosofia e psicologia, che in questo momento fa tendenza da queste parti, tanto è vero che l’altro caso dell’anno è il medico-cabarettista dal complicatissimo nome Eckart von Hirschhausen. La formula del suo successo (ovvero due bestseller e il tutto esaurito nei teatri tedeschi): q.b. di divulgazione scientifica, q.b. di psicologia, q.b. di buon senso, q. b. di foto, gadgets e trovate spiritose, il tutto per trovare niente di meno che la felicità. Insomma, come rendere un mattone leggero leggero. [Nicoletta Grillo]

“Wer bin ich – und wenn ja wie viele? Eine philosophische Reise“, Goldmann, 14.95 €

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: