Archivio | Arte RSS feed for this section

Fotografia a Berlino: il drammatico bianco e nero di Josef Koudelka da C/O

13 Lug

Ennesima estate di pioggia e freddo a Berlino. Ennesimi sguardi sconsolati. Che fare allora? Un buon modo – non tanto per rallegrarsi – ma quantomeno per fare una cosa interessante è andare a vedere la personale del fotografo Josef Koudelka da C/O Berlin. C/O vale un giro già di per sé – è negli edifici anni ’50 dell’Amerika Haus che vedete qui (foto da Wikipedia):

C-O_Berlin_im_Amerika_Haus-2577

Potete bere un caffé al bancone del bar guardando la gente che passa e sentendovi molto cool, e poi, o prima, guardare la retrospettiva di Josef Koudelka, fotografo ceco ormai quasi ottantenne e testimone di eventi storici come la primavera di Praga, la costruzione del muro tra Israele e striscia di Gaza ma soprattutto, come documentato nella mostra, osservatore di un quotidiano spesso drammatico nei paesi in cui è stato in esilio, dopo aver dovuto abbandonare la Cecoslovacchia. Il suo bianco e nero è senza sconti, assoluto: il profilo sperduto di una vecchia in Francia, un uomo immobile che fissa un piccione in Spagna, legni, visi, momenti in cui il fotografo coglie quella sensazione di “esilio”, emarginazione e distacco dal mondo che può cogliere ciascuno di noi. Bellissima; ma magari il caffé bevetevelo dopo, o sostituitelo con una birretta, guardando il cielo grigio di Berlino e ripensando alle fotografie

koudelka

http://www.co-berlin.org/en/josef-koudelka

[Nicoletta Grillo@berlinodavicino]

 

 

 

 

 

Annunci
21 Apr

L’illustrazione per ragazzi a Berlino.

Se vi piace l’illustrazione per ragazzi, che in  Italia gode di lunga e onorata tradizione,FB_IMG_1461228649651 non perdete la mostra organizzata dall’Istituto italiano di cultura di Berlino, con opere di autori del calibro di Lorenzo Mattotti e Roberto Innocenti, ma anche di “emergenti” come Mara Cerri, Olimpia Zagnoli e molti altri.

L’inaugurazione di “L’illustrazione per ragazzi: eccellenze italiane” è giovedì 21 aprile 2016, ore 19, presso l’IIC di Berlino, Hildebrandstrasse 2. Al vernissage partecipano anche Mara Cerri, la curatrice Anna Castagnoli e il giornalista del Sole 24 Ore Stefano Salis.

Persi ad Amburgo: una mostra fotografica

8 Ago

Questa volta andiamo ad Amburgo. Anzi, non ci vado io, ma il giornale Berliner Zeitung, che dedica un articolo entusiasta alla mostra fotografica „Lost Places“ alla Hamburger Kunsthalle.

Lost places, luoghi perduti, luoghi abbandonati, luoghi dove si vive senza poterci veramente vivere, dove sono successi dei drammi, o dove semplicemente non si vive più: asili chiusi, hotel dove ora vivono migliaia di senza tetto, baracche, prigioni abbandonatae. Ci sono visioni di città notturne, i sobborghi di Düsseldorf e le Vele di Scampia. Immagini, avverte il giornalista della Berliner, disturbanti: ma belle. Date un’occhiata alla galleria fotografica che offre il giornale, se volete farvi un’idea.

http://www.berliner-zeitung.de/kultur,10809150,16827876.htm

 

Hamburger Kunsthalle. Fino al 23 settembre.

Mattoncini di lego e arte contemporanea: l’iniziativa “dispatchwork” a Berlino

11 Mar

Me la segnala un amico su Facebook e io volentieri la rilancio. Si tratta di un’iniziativa buffa, che a Berlino proprio si addice: riempire le crepe, le fessure dei monumenti o delle facciate con dei coloratissimi mattoncini di lego. Non l’hanno fatto solo a Berlino, ma anche in tante altre città del mondo e le hanno dato il nome di “dispatchwork”. Andrò a controllare se i mattoncini ci sono ancora…ma prima mi godo le foto sulla loro pagina internet.

http://www.dispatchwork.info/berlin/

foto di Kathleen Waak, da http://www.dispatchwork.info

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: